About

Fluence is enabling the global clean energy transition with market-leading energy storage products and services, and digital applications for renewables and storage.

Learn More
https://fluenceenergy.com/wp-content/uploads/2020/07/icon.png

AMS is now part of Fluence.

Read more

Our Technology

Our standardized Technology Stack makes it easier for you to rapidly and cost effectively deploy energy storage, and optimize storage and renewable assets.

Learn More

Products

Applications

Energy storage provides the agility and efficiency to keep pace with an evolving energy landscape.

Learn More

Di Paul McCusker, Presidente per EMEA a Fluence 

Il mese scorso, il primo ministro italiano ha annunciato un pacchetto energetico da 8 miliardi di euro per proteggere i consumatori di energia individuali, industriali e del settore pubblico, dall'aumento delle bollette di elettricità e gas, che minacciano di minare la ripresa economica post-pandemica. 

In Italia, con quasi tre quarti di tutto il fabbisogno energetico soddisfatto dalle importazioni, il paese dovrà affrontare una forte pressione a causa dell'aumento dei prezzi del gas, nei mercati europei e globali. Si prevede che le industrie italiane vedranno un aumento di oltre il 360% dei costi energetici da 8 miliardi di euro nel 2019 a 37 miliardi di euro nel 2022. 

Ridurre la volatilita` dei prezzi

Lunedì 21 febbraio, durante la terza asta di capacità, Terna - un operatore italiano del sistema di trasmissione, si è assicurato 41,5 GW di capacità in consegna nel 2024, di cui 34,1 GW da asset esistenti, 3,8 GW da nuovi asset e 3,6 GW da asset esteri, tramite interconnettori. 

Su 3,8 GW di capacità assegnata ai nuovi asset, 1,1 GW è stato assegnato all'accumulo di energia a batteria, con 300 MW autorizzati a raggiungere una tariffa massima di 70.000 €/MW/anno. 

L'Italia rimane fortemente dipendente dall'importazione di gas naturale, nonostante abbia accesso a importanti risorse rinnovabili, che si tratti di fotovoltaico, eolico o idroelettrico. Con quasi il 50% della produzione di elettricità basata sul gas naturale nel 2020, i picchi di prezzo globali influiscono direttamente sui prezzi dell'elettricità in Italia. L’accumulo di energia basato su batterie fornisce una risposta sostenibile all’aumento dei prezzi dell'elettricità, in un paese dipendente dal gas. 

Implementare lo stoccaggio di energia basato su batterie, insieme alla generazione rinnovabile, supporterà l` Italia  nel raggiungimento dei suoi obiettivi di decarbonizzazione: il 30% del consumo totale di energia e il 55% della produzione di elettricità proveniente da energie rinnovabili entro il 2030. Essere in grado di implementare livelli maggiori di generazione rinnovabile ridurrà la volatilità dei prezzi e creerà un sistema energetico più sicuro ed ecologico. 

Promuovere una rete flessibile e decarbonizzata

Tradizionalmente, le fasce orarie di elevato consumo di energia, che si verificano durante le ore di punta mattutine e serali, le ondate di caldo e le tempeste invernali, sono stati compensati da una maggiore produzione proveniente da centrali elettriche a combustibili fossili. Poiché l'Italia sta portando avanti la decarbonizzazione della sua fornitura di energia, la disattivazione della sua flotta di carbone e l'aumento della quota di energie rinnovabili intermittenti e non sincrone, lo stoccaggio di energia, basato su sistemi di accumulo, è la tecnologia più economica e veloce da implementare fornendo capacità aggiuntiva e flessibilità alla rete. 

Trattare la generazione basata sul gas come fonte primaria di energia o come “energia verde”[1] è una strategia a breve termine che non supporta né la stabilità dei prezzi né ` l’azzeramento delle emissioni nette. Al contrario, investire sull'accumulo di energia garantisce flessibilità e capacità aggiuntiva più pulita, più conveniente e sostenibile a lungo termine per soddisfare il divario tra il picco della domanda e la generazione rinnovabile. Ciò contribuirà alla sicurezza dell'approvvigionamento a lungo termine e alla resilienza della rete elettrica italiana. 

Gli elevati prezzi di compensazione, nella recente asta di capacità, con 1.1 GW garantiti per le tecnologie di accumulo di energia basate su batterie, contribuiscono a stimolare gli investitori all` implementazione di nuovi progetti. La natura affidabile e ultrarapida delle batterie agli ioni di litio rende questa tecnologia adatta ad entrare nel mercato della capacità e dei servizi ausiliari, come è avvenuto per nella recente asta Fast Reserve. Tutto ciò avviene massimizzando i vantaggi operativi, finanziari ed ambientali delle risorse rinnovabili. 

Fluence in Italia 

Fluence, società fondata da Siemens e AES Corporation, è presente sul mercato italiano dal 2011. Nel novembre 2021 l'azienda ha firmato un contratto con Enel X per la consegna di due sistemi di stoccaggio, che utilizzano il prodotto di accumulo di energia Gridstack™, per fornire servizi di rete Fast Reserve a Terna, l’operatore di rete italiano. . I sistemi di accumulo forniti ad Enel per un totale di 40 MW, fanno parte della prima asta Fast Reserve in Italia e si basano sull'esperienza del team Fluence maturata nei progetti da 1,4 MW/0,7 MWh per lo "Storage Lab" di Terna a Codrongianos, in Sardegna, e da 12 MW/72 MWh per il progetto 'Large Scale' di Terna a Ginestra. 

All'inizio di quest'anno, Fluence è stato nominato il principale fornitore globale ed europeo di sistemi di accumulo di energia a batteria da IHS Markit nel rapporto 2021 sugli integratori di sistemi di accumulo di energia.. La classifica si basa sulla quota di mercato dei progetti installati e pianificati, e Fluence è in testa alla lista con il 18% di tutte le installazioni di sistemi di accumulo di energia cumulativa per batterie commerciali e industriali su larga scala annunciati a livello globale.

[1] Il 2 febbraio, la Commissione Europea ha deciso che gli impianti a gas e nucleari possono essere classificati come "energia verde" e "investimenti sostenibili".